La gestione della risorsa acqua con i Sistemi per il recupero delle acque

La carenza di acqua potabile è sicuramente una delle sfide più importanti che il mondo deve affrontare fin da oggi e che rappresenterà il più grave problema del terzo millennio.
L'edilizia può giocare un ruolo fondamentale nella prevenzione e nella gestione efficiente dell'acqua. Oltre al risparmio energetico, architetti e progettisti devono ripensare la sostenibilità degli edifici anche in termini di utilizzo intelligente dell’acqua. REDI ha già pronte differenti soluzioni sia per il recupero e riutilizzo delle acque piovane che per le acque grigie, sistemi che sono stati presentati a MCE 2018 e in vari convegni tenuti dall’Azienda in tutta Italia. 
L’esperienza di REDI nel campo specifico è consolidata da molto tempo e l’azienda è pronta ad affiancare ingegneri e architetti sia per lo sviluppo del progetto che all’assistenza in cantiere. 

Ma spieghiamo meglio i due sistemi: 
 Il Sistema per il recupero delle acque grigie di REDI, attraverso un processo multiplo di trattamento biologico, ultrafiltrazione e sterilizzazione UV delle acque grigie fa sì che queste tornino ad uno stato igienicamente puro rispondendo quindi ai requisiti della Norma UE per le acque di balneazione permettendo di riutilizzarle un bene così prezioso in svariati utilizzi quali: 
• scarico del WC 
• pulizia delle aree intorno alla casa. 

 I Sistemi di recupero delle acque piovane REDI sono due. IRRIGA E RIUSA. Sono sistemi che permettono di abbattere gli sprechi legati all'utilizzo di acqua potabile della rete soprattutto quando non necessario poiché permettono di riutilizzare le acque piovane sia per il sistema irriguo che per l’utilizzo domestico. Il Sistema IRRIGA, come dice il nome, è dedicato al recupero delle acque da impiegare per l’irrigazione delle aree verdi, giardini, campi da gioco, lavaggi e/o autolavaggi, centri commerciali, ecc, e comunque dove si necessita l’impiego di acqua per irrigare.
© Copyright 2018. Edilizia in Rete - Privacy policy